CHI SONO E COME SONO DIVENTATA UNA FOTOGRAFA PROFESSIONISTA.

Il 2016, dall’aiuto della Caritas all’Apertura della mia Partita Iva.

Be Here Now. La MindFulness. Tatuaggio sul polso.

Sono cresciuta in quella che viene definita “Survival Mode”.

Quando sei in Survival Mode, l’unico cosa che davvero importa è arrivare alla fine della giornata ancora interi. E se ripenso ai primi 30 anni della mia vita, questo ho fatto.

Provengo da una famiglia molto problematica. Sono entrata ed uscita dall’affidamento. La mia infanzia e la mia adolescenza le ho trascorse difendendomi dalle persone che avrebbero dovuto accudirmi.

Una storia come tante. Troppe.

Per molti anni ho convissuto con il mio passato. O almeno così credevo. Ho lavorato, tanto, ho viaggiato, tanto, mi sono innamorata, tanto.

Ma quello che non affronti, torna sempre a farsi sentire. E non possiamo semplicemente dimenticare chi siamo e le nostre radici.

Così nel 2015 è inizato un periodo di forte crisi. Ho iniziato a comportarmi in maniera diversa. A sentire il bisogno di superare ogni limite. Il bisogno di ferire gli altri, e sopratutto me.

A questo punto è arrivata la Fotografia, per caso o per destino, non saprei. Ho seguito un Corso Base ed ho iniziato a Fotografare ogni cosa. Mi faceva sentire meglio. Almeno per qualche ora. Dava un senso alle giornate in cui il Dolore era troppo forte da affrontare. In cui combattevo con gli attacchi di panico e con gli eccessi.

Era un passatempo, ogni fine settimana trovavo un’occasione per usare la mia vecchia reflex. Ero un disastro e non avevo nessun talento. Foto mosse e un pò gialline.

Contemporaneamente a questa Nuova Passione Ho chiesto Aiuto ed ho iniziato un Percorso di Accettazione e Consapevolezza. Insieme ad altre persone. Terapia Individuale e di Gruppo.E’ stato Difficile, Lungo. E’ durato anni ed è finito un paio di settimane fa. Mi ha cambiato la Vita.

Ma torniamo alla Fotografia….

Era il 2016, Estate. La Mia Vita aveva preso una piega pessima. Un disastro.

Per la Prima Volta da quando avevo 16 anni mi ritrovai senza lavoro. Senza Casa. Senza Macchina. Senza Famiglia.

Mi Ricordo che a Ferragosto del 2016 mi erano rimasti 20 euro e vivevo alla giornata, in una casa che non era mia.

Uno dei Miei Terapeuti mi disse ” credo che in te ci sia qualcosa. Questo è solo un Momento. Sono sicuro che con un pò d’aiuto riuscirai a superarlo”.

E mi fece ottenere un Aiuto Economico: due mesi di affitto pagato di una stanza singola in un appartamento bello e comodo. E qualche mese di spesa al Deposito della Caritas.

Mi vergognavo da morire. Avevo sempre lavorato ed ora mi ritrovavo a terra. Mi ritrovavo ad andare a fare la spesa al deposito della caritas, in pullman.

“E’ Tutto qui. Ora sta a Te”. Mi dissero.

Ed era vero. Stava a me. Fu un grande aiuto. Un Nuovo Inizio. Anche se la strada era ancora lunga. E io mi sentivo uno schifo.

E la Fotografia….?

A fine Agosto 2016 ho aperto la mia Partita Iva come Fotografa. Ho pensato: se voglio che la mia passione diventi un lavoro, devo iniziare così.

Non avevo esperienza. Fotografavo amatorialmente solo da pochi mesi. Aprire una Partita Iva dal nulla non fece di me una fotografa professionista, ma disse a me e al mondo che volevo fare sul serio.

Arrivò il Primo Lavoro e con quello pagai il passaggio di proprietà di una vecchia macchina che una signora che non conoscevo mi regalò. Credo che in quei mesi quasi nessuno sapesse cosa stavo affrontando. Non ne Andavo fiera. Come detto, mi vergognavo da morire.

Allora: ricapitoliamo…..

Casa. Macchina. Qualche soldino.

Mi ricordo che in camera avevo una scatola dove mettevo i soldi che guadagnavo e ogni sera li contavo. Con Ansia. Paura.

Le Difficoltà hanno fatto in modo che iniziassi il mio percorso nella Fotografia. Sono Diventata davvero una Professionista solo qualche anno dopo. Ma l’Estate del 2016 è stato l’inizio.

Se non mi fossi trovata senza casa, lavoro e macchina non mi sarei mai buttata così. Non avrei mai aperto la mia partita iva e magari ora sarei a fare qualche servizietto a poco tra un impegno e l’altro.

Nel 2017 sono rimasta incinta ed è li che è nata la mia passione per la Fotografia di Gravidanza, Bambini e Neonati.

Nel 2018, con il mio bambino di pochi mesi, ho frequentato il mio primo corso di formazione.

A fine 2018 ho aperto il Mio Studio.

Qualche settimana fa ho finito il mio percorso di terapia. Ho affrontato il mio passato e finalmente sono libera. Non ho più attacchi di panico. Non vivo più alla giornata. Non sento più il bisogno di ferire gli altri, o me. Ho la mia famiglia, e nel 2019 ho raggiunto la serenità che tanto desideravo.

Perchè ho scritto questa storia? Per quelle persone che si ritrovano nella situazione in cui ero io. Che vivono alla giornata. Che si sentono sole.

Voglio dirvi che si può cambiare. Che si può chiedere aiuto.

Questa è la storia che avrei voluto leggere io anni fa. E’ una storia di speranza. Di cambiamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...